Main Page Sitemap

Che è la superficie di contatto chimica


Mauri andrea IIA mauri andrea IIA Relazione di chimica La velocità di reazione Introduzione tecnico-teorica: la velocità di reazione è a rapidità con cui si realizza una trasformazione.
Catalizzatori, un'idea dell'influenza dei catalizzatori sulla velocità delle reazioni chimiche, può essere data considerando una miscela di idrogeno ed ossigeno che a temperatura ambiente può rimanere inalterata anche per tempi lunghissimi ma che, in presenza di un opportuno catalizzatore (es.
Le reazioni chimiche non influenzano i suoi costituenti fondamentali (gli atomi) ma solo la maniera in cui sono legati tra loro; non influenzano nemmeno il modo in cui le molecole si influenzano a vicenda (attraverso i legami intermolecolari quindi le trasformazioni che non comportano.Più elevate sono la temperatura e la concentrazione, maggiore è la probabilità che le particelle si scontrino.Nel caso in cui una reazione sia reversibile, il sistema evolve verso un " equilibrio dinamico in quanto il numero di entità molecolari che reagiscono nel senso della reazione diretta è compensato dal numero di entità molecolari che reagiscono nel senso della reazione inversa, contatti donne di 40 per.Materiali: Marmo (calcare Acido cloridrico (HCl) con metilarancio; Strumenti: Provette; Bacchette di vetro; Pipetta; Cronometro; Contenitore con pestello; Esecuzione: Abbiamo preso un pezzo di marmo, lo abbiamo ridotto in polvere e lo abbiamo posto in una provetta(a).Poi abbiamo preso tre-quattro pezzetti dello stesso materiale.Per tale motivo, a parità di energia posseduta dai reagenti e dai prodotti, all'aumentare dell'energia di attivazione diminuisce la velocità di reazione.Chimica, note sintetiche sui fattori che influenzano l'equilibrio chimico, con riferimento al Principio di Le Chatelier e alla Legge dellazione di massa, partendo dal conceto di velocità di reazione.Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nel caso di reazioni eterogenee, la reazione può aver luogo esclusivamente nei punti di contatto tra le due fasi (cioè all' interfaccia 11 quindi la reazione è più veloce se la superficie di separazione tra le due fasi è più ampia, 11 cioè.
Una volta superato lo stato intermedio l'energia di attivazione viene restituita all'ambiente, ma nel breve istante in cui la reazione si sta svolgendo tale energia è "intrappolata" dalle entità molecolari che stanno reagendo e quindi non è disponibile alle altre entità molecolari, che devono quindi.
Il grado di avanzamento a sua volta è una misura della quantità di sostanza che ha già reagito in un certo istante; il valore del grado di avanzamento è compreso tra 0 e 1: all'inizio della reazione 0, mentre quando la reazione è completa.
Le specie chimiche presenti prima dello svolgimento della reazione e che partecipano ad essa sono detti " reagenti quelle che si ottengono dallo svolgimento della reazione sono dette invece " prodotti ".
Se invece l'energia chimica dei prodotti è maggiore dell'energia chimica dei reagenti, vuol dire che è stata assorbita dall'ambiente una certa quantità di energia (ad esempio sotto forma di calore).Energia di attivazione Ea di una reazione chimica (del tipo X Y in nero è indicata l'energia di attivazione di una reazione non catalizzata (a sinistra) e della sua inversa (a destra mentre in rosso è indicata l'energia di attivazione di una reazione catalizzata (a.Ad esempio, riferendosi all'esempio precedente della dissociazione dell'acqua si può scrivere: H2O H3O OH- Una reazione che avvenga a temperatura e pressione costante è quindi reversibile se comporta una variazione dell'energia libera di Gibbs del sistema nulla, 9 mentre è irreversibile se comporta una variazione.È l'energia minima che occorre fornire all'inizio per avviare la reazione.Diagrammando l'energia posseduta dal sistema chimico rispetto al tempo trascorso dal momento in cui ha inizio la reazione (o rispetto ad un'altra coordinata di reazione qualsiasi è possibile individuare tre punti notevoli: il punto più a sinistra del diagramma (che corrisponde al tempo iniziale).Nel caso di reazioni molto lente, si può pensare che i reagenti coinvolti siano stabili: si parla in tal caso di composti "metastabili ad esempio nel caso dell' ossidazione dell' alluminio la forma stabile è l' ossido di alluminio, mentre quella metastabile è l'alluminio metallico;.Le reazioni reversibili sono rappresentate da un'equazione chimica in cui i due membri dell'equazione sono separati da una doppia freccia, in modo da indicare che la reazione avviene sia in un senso sia nell'altro senso.Se la reazione avviene in fase eterogenea, cioè se i reagenti sono presenti in più fasi (esempio solida-liquida la velocità delle reazioni chimiche dipende dalla superficie di contatto tra le due fasi.Se la reazione avviene in fase eterogenea (per esempio solida-liquida anzichè la concentrazione dei reagenti bisogna considerare l'area della superficie di separazione ovvero la superficie di contatto tra le due fasi.A ciascuno di tali punti corrisponde una certa energia del sistema; la differenza di energia tra il punto iniziale e il punto di innesco corrisponde all'energia di attivazione, mentre la differenza di energia tra il punto iniziale e il punto finale corrisponde all'energia scambiata con.6 7 Le reazioni che non sono di ossidoriduzione sono reazioni acido-base (ovvero i reagenti di tali reazioni sono un acido e una base ).78 a b Brown,.In tal caso la reversibilità della reazione implica che il valore del grado di dissociazione (che in generale assume valori compresi tra 0 e 1) rimane costante.V - R/ T La velocità della reazione dipende da vari fattori: Dalla natura dei reagenti; Dalla superficie di contatto delle particelle dei reagenti; Dalla concentrazione dei reagenti (se la reazione è in fase omogenea Dalla temperatura; Dalla presenza di eventuali catalizzatori.




[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap